Il Pensatore

Preghiera

»Posted by on 31 Gen, 2012 in Pensieri e Parole | Commenti disabilitati su Preghiera

Preghiera

E preghiamo per quelli che fissano lo sguardo sul mondo da dietro il filo spinato, che, non saltettano per la strada con le scarpe da ginnastica nuove, che non hanno imparato a contare i fagioli, che sono nati in luoghi dove noi non andremmo neppure da morti, che non vanno mai al circo, che vivono in un mondo di ultima classe: Preghiamo per i bambini che ci regalano baci appiccicosi e manciate di liquirizie, che dormono con il cane e seppelliscono il pesce rosso, che ci abbracciano di corsa e si dimenticano soldi per la merenda che sono sempre coperti di cerotti e cantano stonati, che spremono il dentifricio per tutto il lavandino, che bevono rumorosamente la minestra. Preghiamo per quelli che non mangiano mai il dolce, che non hanno una copertina da trascinarsi...

read more

Il Profeta

»Posted by on 30 Gen, 2012 in Pensieri e Parole | Commenti disabilitati su Il Profeta

Il Profeta

Allora parlò Almitra dicendo: Ora vorremmo domandarti della Morte. Ed egli disse: Voi vorreste conoscere il segreto della morte. Ma come potrete trovarlo, se non lo cercate nel cuore della vita? Il gufo, i cui occhi legati alla notte non vedono di giorno, non può svelare il mistero della luce. Se davvero volete contemplare lo spirito della morte, spalancate il cuore al corpo della vita. Perché la vita e la morte sono una sola cosa, come il fiume ed il mare. Nel profondo delle vostre speranze e dei vostri desideri risiede la muta conoscenza dell’Oltre; E come semi che sognano sotto la neve, il vostro cuore sogna la primavera. Fidatevi dei sogni, perché in essi è nascosto il passaggio verso l’eternità. Il vostro timore della morte è come il...

read more

La tenerezza di DIO

»Posted by on 30 Gen, 2012 in Pensieri e Parole | 1 comment

La tenerezza di DIO

Questa notte ho fatto un sogno ho sognato che ho camminato sulla sabbia accompagnato dal Signore e sullo schermo della notte erano proiettati tutti i giorni della mia vita. Ho guardato indietro ed ho visto che ad ogni giorno della mia vita proiettato nel film, apparivano orme sulla sabbia: una mia e una del signore. Così sono andato avanti finchè tutti i miei giorni si esaurirono. Allora mi fermai gurdando indietro, notando che in certi posti c’era solo un’orma… Questi posti coincidevano con i giorni più difficili della mia vita: i giorni di maggiore angustia, di maggiore paura e di maggiore dolore…. Ho domandato allora “Signore, Tu avevi detto che saresti stato con me in tutti i giorni della mia vita, ed io ho accettato di vivere...

read more