Connect with us

L'Alveare dei Pensieri

Trilussa… parole e fatti

Poesie di Trilussa

Parole e Fatti

Certi Sorcetti pieni de giudizzio s’ereno messi a rosicà er formaggio,
fecero finta de tené un comizzio.

Un Sorcio, infatti, prese la parola con un pezzo de cacio ne la gola.
Colleghi! – disse – questa è la più forte battaja der pensiero che s’è vista:
io stesso lotterò pe’ la conquista de l’ideale mio fino a la morte!
Voi pure lo farete, so’ sicuro…
-Ogni Sorcetto j’arispose: –
Giuro!

Fanno le cose propio ar naturale, disse er Miciotto – come fosse vero.
L’appetito lo chiameno Pensiero,er formaggio lo chiameno Ideale…
Ma io, però, che ciò l’Istituzzione, me li lavoro tutti in un boccone.

Er Grillo Zoppo (1871 – 1950)

Ormai me reggo su ‘na cianca sola
– diceva un Grillo – quella che me manca
m’arimase attaccata a la cappiola.

Quanno m’accorsi d’esse priggioniero
col laccio ar piede, in mano a un regazzino,
nun c’ebbi che un pensiero:
de rivolà in giardino.

Er dolore fu granne ..
ma la stilla de sangue
che sortì da la ferita
brillò ner sole come una favilla.

E forse un giorno Iddio benedirà
ogni goccia de sangue ch’è servita
pe’ scrive la parola LIBBERTA’

Er Cervo (1871 – 1950)

Un vecchio Cervo un giorno
sfasciò co’ du’ cornate
le staccionate che ciaveva intorno.Giacché me metti la rivoluzzione
– je disse l’Omo appena se n’accorse –
te tajerò le corna, e allora forse
cambierai d’opinione…No, – disse er Cervo – l’opinione resta
perché er pensiero mio rimane quello:
me leverai le corna che ciò in testa,
ma no l’idee che tengo ner cervello.

Contattami senza esitazione!

Ultime dai miei social

Advertisement
Advertisement

Seguimi su Facebook

Advertisement

Photogallery

Chi sono

Running Camp 2020 Valgardena

Stage di Allenamento

Contattami

Chi sono

Sono Franca… Franca Fiacconi

Chi sono

Connect
Iscriviti alla Newsletter